Psichedelia

Una piacevole conversazione sul blog di angie7 mi ha ispirato….e mi canticchio Elio….

Psichedelia, ti fai gli acidi e poi sei in acido. Psichedelia, ti fai le basi e poi sei basico. E quanti bei colori, potere dei fiori, che bello. E chimiche emozioni, mancate erezioni, che bello lo stesso. Psichedelia, tutte le teste ti porti via, tutti i neuroni ti porti via. E quante le sinapsi, le pepsi, la stipsi. I raptus, i cactus, gli adepti. Mi innamoro di un sasso, c’è una bolla verde che mi insegue. Il giaciglio mi inghiotte, forse sono alto 10 metri. Ho i piedi nel Tamigi, sono in grado di volare. Sono un piccione e faccio cru. Ti vivo molto bene, piacere pianeta Saturno, piacere sono Giove, mi piaccion le macchine nuove. Piacere sono Dio, mi piaccio solo io. Nascosto nello spazio, triangolo con l’occhio. Mi innamoro di un sasso, come un piccione faccio cru.

Elio e le Storie Tese, “Tutti gli uomini del deficiente” 1999 

Annunci

2 comments so far

  1. Len on

    Incredibile. E’ la mia vita. Soprattutto per quella parte di Dio… (dal Libro “Effetti del Vinavil su un architetto”)

  2. Francesco on

    eccola… 🙂
    pciù


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: