Petizione

Da sempre mi batto contro le cattive abitudini linguistiche, a volte ne cado vittima anche io, me ne rendo conto, ma cerco di evitarle. C’è stato il periodo del cioè, della misura in cui, del praticamente, dell’attimino, del territorio, ora mi pare si vada diffondendo in maniera preoccupante il quant’altro, fastidioso oltre che insignificante intercalare, che lascia intendere un universo di alternative inesistenti. Vi chiedo di eliminarlo dal vostro lessico, se ne fate uso, e di combattere perché vengano eliminati, “lui” e  tutti i suoi “amichetti” privi di senso . La lingua italiana è così bella, non uccidiamola con orribili orpelli…

Annunci

11 comments so far

  1. Federica on

    Pienamente d’accordo con te!Odio chi storpia le parole, chi usa le abbreviazioni, chi scrive con la k al posto del ch, chi scrive ttt per dire tutti, o sn per dire sono o cmq o xsona o chi usa la x per indicare la doppia s….aaaaarrrghhhhh! Che odio! Da linguista e glottologa quale ero (sono?), come dire, aborro!
    Va bene la teoria dell’economia linguistica, ma qui si rischia di diventare fastidiosi davvero!

  2. Francesco on

    A volte mi capita di usare negli sms o parlando in rete “cmq” e “nn” ma solo per esigenze di spazio o di velocità, credo facciano parte di quelle licenze colloquiali che in certi contesti sono ammissibili. Diverso è il caso di chi ne fa un uso smodato o lo fa in contesti inadeguati…lo sai che aver scritto che sei una linguista darà adito a un sacco di malintesi vero? eheheheh

  3. fabrizio on

    Sono completamente daccordo a metà con te…ah ah …caro Reggae,fortunatamente alcuni degli intercalare che hai citato non mi hanno sfiorato spesso…anche in questa cattiva abitudine ho delle parole ricorrenti abbastanza fuori dal giro,per esempio la sostituzione di eccetera,con E COMPAGNIA BELLA…lo pronuncio e poi mi chiedo :ma che stò a dì?…come parlooooo!!!!!…va bene,mi consolo col fatto che è meglio avere educazione o buone idee,ed esporsi con un linguaggio poco forbito,che essere critici d’arte idolatrati ma volgari e irrispettosi…buon fine settimana a tutti i passanti del blog che conosco e che non conosco…ciao

  4. Francesco on

    Trend negativo? Ma come parla lei?! come parlaaaaaaaaaaaaaaaaaaa?! le parole sono importanti! Sono d’accordo sul linguaggio semplice e diretto, tra forma e sostanza sai bene cosa preferisco, ma semplice non fa rima con abusato…

  5. *ile on

    As far as I’m concerned, non c’è niente che io odi di più del “piuttosto che” a sostituire “oppure”. Io ooooodio il “piuttosto che”! E poi mi manda in bestia anche sentir dire manàggment al posto di mènagment,anche se non si tratta più di italiano in senso stretto 🙂

  6. giuggia on

    cioè, volevo dire che io credo no, cioè capisci?! penso che nella misura in cui questo venga considerato tale e quale, quindi io penso che cioè no?! e allora praticamente cioè c’è stato quell’attimino no,cioè c’era il territorio e compagnia bella…allora cioè volevo dire che io penso che sia una cosa molto importante. si si. bella e volevo solo dire: QUANT’ALTRO!
    grazie
    gx

  7. Roberto on

    Forse sono un po’ fuori tema,
    ma potrebbe dare una direzione…
    Boh, a me piace….

    ‘le mie parole sono sassi precisi aguzzi pronti da scagliare
    su facce vulnerabili e indifese
    sono nuvole sospese gonfie di sottointesi
    che accendono negli occhi infinite attese
    sono gocce preziose indimenticate
    a lungo spasimate poi centellinate
    sono frecce infuocate
    che il vento la fortuna sanno indirizzare
    sono lampi dentro un pozzo cupo e abbandonato
    un viso sordo e muto che l’amore ha illuminato
    sono foglie cadute promesse dovute
    che il tempo ti perdoni per averle pronunciate
    sono note stonate su un foglio capitate
    per sbaglio tracciate poi dimenticate
    le parole che ho detto oppure ho creduto
    di dire lo ammetto
    strette tra i denti
    passate ricorrenti inaspettate
    sentite o sognate

    le mie parole son capriole palle di neve al sole
    razzi incandescenti prima di scoppiare
    sono giocattoli e zanzare sabbia da ammucchiare
    piccoli divieti a cui disobbedire
    sono andate a dormire
    sorprese da un dolore profondo
    che non mi riesce di spiegare
    fanno come gli pare
    si perdono al buio per poi ritornare

    sono notti interminate scoppi di risate
    facce sovraesposte per il troppo sole
    sono questo le parole dolci o rancorose
    piene di rispetto oppure indecorose
    sono mio padre e mia madre
    un bacio in testa prima del sonno
    un altro prima di partire
    le parole che ho detto chissa’
    quante ancora devono venire
    strette tra i denti
    risparmiano i presenti immaginate
    sentite o sognate
    spade fendenti
    al buio sospirate perdonate
    dal palmo soffiate’

    ‘Le mie parole’ di Samuele Bersani

    P.S.
    Mi sembra che il testo non sia suo, ma che l’abbia
    scoperto durante una specie di concorso di poesia…

  8. angie7 on

    iNNANZI TUTTO STATE TUTTi BENE?

    Pensa caro Ing, nel mio blog alla categoria “boicotta le parole” esprimo profondo rammarico per l’uso improprio di certi termini.L’avvento di Bonolis ha a mio avviso stravolto la lingua italiana.. Un altro termine inspiegabilmente mutato è “piuttosto” es: Fare questo PIUTTOSTO che fare quest’altro.. con l’accezione di congiunzione “oppure” e non più di congiunzione “invece”.
    E’ pazzesco, il potere mediatico lo ha trasformato! Al lavoro si atteggiano tutti a grandi oratori con questo “piuttosto” qua “piuttosto là”..ma BASTA!

  9. Francesco on

    corro a leggerlo…non stiamo tutti bene no…ma ritengo sia una fortuna 🙂

  10. angie7 on

    cioè tu/voi eri/eravate lì nella metro Vittorio???o parli in generale della vostra ondizione mentale?! 🙂

  11. Francesco on

    parlo della nostra condizione mentale ovviamente…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: