Rieccomi

Sentivate la mia mancanza dite la verità…al lavoro sono giorni di “emergenza” e siccome io sono Wolf e risolvo problemi non ho avuto tempo di postare…un po’ di cose in ordine sparso…. per Serena, per il 25 ci eravamo dati appuntamento la notte di aulin, quindi ci sarò ;)…a proposito di eventi musicali stasera i Fandanghi live al Daynight Club (zona centocelle vedete le info sul sito) io dovrei esserci…quando non ci sono post nuovi leggetevi i vecchi così ripassate a siete pronti per le interrogazioni…il post di mercoledì era assolutamente positivo, anche se capisco che qualcuno possa averlo letto al contrario, anche se capisco che a qualcuno pensare di mantenere un bel rapporto col suo passato provochi l’orticaria, anche se capisco che le cose che c’erano e sono rimaste sono un po’ fuori dal comune…per gli utenti anonimi firmatevi, qui sono tutti ben accetti e quando dico tutti, dico tutti, ma io sono solito metterci la faccia in quello che dico e mi piacerebbe lo faceste anche voi; anche se non ci conosciamo mettete un nome in fondo ai vostri post, acquisteranno un significato maggiore, altrimenti non ha senso scrivere…

Annunci

3 comments so far

  1. Francy on

    Eggià, il tuo lavoro è determinate, specie quando i progetti riguardano cose così importanti come…le telefonate..:-D Te l’ho già detto che stasera ci sarò? 🙂 Tu preparati per il Nipponico..
    kiss

  2. angie7 on

    ma a saperlo restavo in anonimato pur’io! 😉

  3. Serena on

    Olè, pure il sabato sta passando. Io sono rientrata nemmeno un’ora fa dal lavoro e si fa sempre più largo in me la voglia di scrivere un libro su tutte le persone strane che mi passano davanti ogni giorno: ragazzi esistono davvero assurdi prototipi del genere umano e fino a qualche mese fa non me ne rendevo pienamente conto. Adesso sì! Non che io sia poi così normale, anzi, ma alcuni sono strani per dire “strani”. Insomma, dovrei insegnare lingue (no, non vado in giro ad insegnare come si bacia…eheheh), ma a volte mi sento tanto “psicologa”! Gli studenti quasi si sbragano sulla sedia di fronte alla mia scrivania, assumendo la posa da “lettino dello strizzacervelli” e mi raccontano i cavoli loro, che già mi interessano poco, se poi me li dicono in inglese o spagnolo e devo pure stare attenta per correggerli, allora sì che facciamo l’en-plain!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: