Ho la risposta (epperò è sbajata…)

Dice: “a che punto stai con gli esercizi”…bene ho quasi finito, mi sono fatto aiutare perché la soluzione non mi piaceva molto e cercavo di cambiarla e allora mi serviva una conferma…ho scoperto qual’è il mio problema: il mio problema sono io. Non prendetelo per vittimismo, in questo momento di vittimismo ne ho un po’ piene le scatole, la mia analisi è seria, ponderata e serena. Il mio problema sono io, io non ho una mia vita, o meglio io una mia vita non ce l’ho più o forse non ce l’ho mai avuta, e la parte che mi è rimasta è quella meno interessante. La parte interessante, me la faccio regalare dagli altri, da quelli più simpatici, da quelli più vitali, da quelli che la loro vita se la vivono, e li sprono, e li aiuto, e li consiglio, così mi fanno divertire, perché io da solo non sono capace, non so darmi piacere, non so darmi emozioni, sono come la luna, un sasso (per restare in tema) che gira intorno, mostrando sempre la stessa faccia, luminosa, ma solo perché c’è qualche stella ad illuminarla, altrimenti sarebbe solo un sasso che gira in tondo…credo proprio che il mio problema sia questo in questo momento, e più ci penso più mi sembra che venerdì sia troppo vicino per rimediare…

Annunci

8 comments so far

  1. Roberto on

    ‘La parte interessante, me la faccio regalare dagli altri, da quelli più simpatici, da quelli più vitali, da quelli che la loro vita se la vivono, e li sprono, e li aiuto, e li consiglio, così mi fanno divertire’

    …eh???

    e ti pare poco…!!!!!!!!!!!!!!!!

    Guarda, qui parla uno che pensa e ha sempre pensato troppo nella vita, quindi figurati i problemi che mi creo e che mi sono creato io…
    Scusa la franchezza, ma spesso mi trovo a confrontare le generazioni, e mi accorgo che, a differenza dei miei genitori, io oggi non ho proprio un (se vuoi, censurami, ma così va detta..) cazzo da fare, rispetto a loro, e quindi mi impippo il cervello in tremila problemi, che, non dico tutti, ma l’ottanta per cento delle volte so’ cazzate, appunto!
    Loro (i miei genitori, come tutti quelli di quella generazione credo, o quasi) c’avevano davvero da fare: ricostruire dalle macerie, cercare di darci un mondo migliore, o almeno le cose che loro non avevano avuto, per miglorare….
    Non so se alla fine è andata bene o male, ma fatto sta che hanno fatto tanto…di cio che era necessario…
    Io oggi mi faccio un culo così, perchè così poi a Natale mi posso regalare il cell da 18 megapixel, che ti permette di fare il progetto per la nuova villa a montecarlo, e di pagare magari in anticipo il viaggio alle fiji che farò con un volo low cost il 16 Gennaio del 2009…
    Ma ci posso fare le telefonate????

    Reggae: a me me piaci così, tessssooooooroooooo!

  2. angie7 on

    Siamo tutti pianeti che vorrebbero diventare delle supernove e brillare di luce propria: è utopia ma dobbiamo fare il possibile..

    La mia prof di matematica avrebbe detto “tendere all’intorno dell’utopia”

  3. Serena on

    Senti caro il mio Reggae, anche io di “mental pipps” solitamente me ne faccio parecchie e quindi è giusto e doveroso che anche tu abbia le tue paranoie: non sarò io a venirti a dire che sbagli nel crearti problemi! Solo tieni in considerazione che il concetto che tutti abbiamo di noi stessi, a volte può essere leggermente falsato dai sentimenti tempestosi che ci si agitano dentro. Quindi, visto che il tuo problema principale sei proprio tu, o ti catapulti dal ponte di Ariccia uno di questi giorni oppure lasci agli altri il compito di giudicare se sei effettivamente un problema per questa umanità. E poi ricordati che la Luna influenza le maree, i cicli della semina e del raccolto e quando ci svegliamo con la Luna storta sono dolori per tutti. Quindi hai anche tu una bella porzione di responsabilità nell’andamento delle cose. Detto questo, buona notte caro Ing.

  4. Len on

    Secondo me quella di “farsi regalare parti belle di vita dagli altri” è un dono.Ho sempre considerato un pregio, l’essere “spugna del mondo”.
    E, cara luna, c’è tanta gente che ha bisogno di te.
    Quindi continua a girare come hai sempre fatto, e goditi i versi delle canzoni che ti si dedicano. Un giorno capirai quanto attiva sia stata la tua parte fino ad ora.

  5. angie7 on

    Grande SERE!
    Angie

  6. ninna_r on

    Che poi perchè proprio venerdì?
    Va bene pure il mercoledì della prossima settimana… 😉

  7. pescefuordacqua on

    Qualcuno scrisse “cogito ergo sum” …… a volte mi chiedo se invece non sia una maledizione !!!!
    Eppure, provando a fare discorsi un po più seri con qualche amico mi sono sentito chiedere :” guardarsi dentro ??? ma che vuol dire ??? è da tanto che non faccio una radiografia ……”
    Ma siamo sbagliati noi …….. o sono fortunati loro ???

    Ciao Francesco
    Miky (subpensante) 😉

  8. fabrizio on

    … ciao Reg…
    …oggi la mia dissociazione sta ai massimi…
    …ieri ho sentito un amico mio…
    …un etiope…
    …lo sai che m’ha detto?…
    …che in Italia la rivoluzione non si può fare…
    …che un carro armato da Roma a Torino
    non ci va…
    …le gallerie so più strette non ci passano…

    A parte le solite burle o citazioni per srammatizzare un po.
    Io agli esercizi applicati alla vita quotidiana non c’ho mai creduto,
    se fosse così semplice individuare un problema entro mercoledì e trovare soluzioni entro il venerdì sarebbe un mondo perfetto.
    L’imperfezione ci fa andare avanti…
    oggi sul tetto della terra,domani inadeguati in superficie…
    siamo in continua lotta con l’imprevedibilità ,non sarà semplice.
    Forza Reg ti sei risvegliato in una foresta buia ed insidiosa,ma hai cominciato ha creare un varco nella boscaglia,ed un percorso che al momento non sai dove porta,ma che sai che è necessario per affluire nella via che ti appartiene.
    ..SI PUO’ SPEGNERE OGNI TANTO IL PENSIERO…

    bricco.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: