Pensierino di Natale

Sembra che dai canti natalizi occorra eliminare ogni riferimento a Gesù Bambino, perché potrebbe essere offensivo per qualcuno…peccato che a Natale si festeggi proprio la nascita di Cristo e non il primo milione di pacchi consegnati da Babbo Natale…delle due una: o smettiamo di festeggiare il Natale, oppure festeggiandolo ci toccherà ricordare anche di chi è il “compleanno”. Chi mi conosce sa che non sono un fervente cattolico, ma per quanto io sia critico con certe posizioni della chiesa di Roma, trovo sbagliato rinunciare alla propria identità culturale. Rispettare gli altri non significa rinunciare a se stessi, non ci sogneremmo mai di vietare ad un musulmano di parlare di Allah, o ad un buddista di Budda, mi sembra che in questa ricerca del rispetto si finisca per non rispettare se stessi, per dimenticare chi siamo…per scendere dal generale al particolare riflettevo in questi giorni su come andare contro i propri principi o contro quello in cui si crede ci mette in crisi. C’è una coscienza dentro di noi che sa cosa è giusto e cosa non lo è, e dall’altra parte c’è una razionalità che ci fa prevedere gli effetti delle nostre azioni, a volte la tentazione di ignorare la coscienza per ottenere un beneficio immediato è molto forte, ma seguirla significa tradire se stessi, quello in cui si crede e quello che si cerca negli altri…

Annunci

8 comments so far

  1. ninna_r on

    Concordo in pieno…io non sono credente, ma una canzone natalizia del genere non mi sembra che sia così insopportabile…paese che vai, usanze che trovi…mi sembra una cosa normalissima…

  2. Federica on

    E allora perchè non cominciare tutti a fare il Ramadan?
    E’ la stessa cosa…
    Natale piace a tutti, a me per prima, ma spesso ci troviamo ad essere religiosi quando ci pare e piace. Non vogliamo che ci tolgano il Natale perchè ci piace tutto ciò che il Natale rappresenta, non per la componente religiosa.
    Di fatto, viviamo in uno stato laico, e a mio parere la religione non dovrebbe nemmeno entrare nelle scuole pubbliche.
    Poi, ovvio, sono punti di vista.

  3. Francesco on

    quindi tu il 25 andrai a lavorare? 😛

  4. Federica on

    No, non ci vado, ma perchè mi fa comodo…la religione non c’entra.
    😉

  5. Francesco on

    Bisognerà abolire natale, con tutta questa storia di Gesù, e quindi anche Babbo Natale,l’albero e i regali e poi andare a lavorare 25 e 26 e anche a ferragosto, e pure l’8 dicembre (invece di andare a Londra ;P )…in nome dello stato laico potremmo promuovere una campagna contro ogni forma di religione, obbligare le donne islamiche a togliere il burqa in segno di rispetto del laicismo, abbattere chiese, sinagoghe e moschee, bruciare crocifissi e tutti i libri di vaga ispirazione religiosa, non dovremmo permettere che la religione qualunque essa sia possa entrare anche in minima parte nella vita civile…al posto delle chiese lo stato laico potrebbe fare qualcosa di più utile alla collettività e non solo ad un gruppo ristretto di cattolici bigotti, magari farne dei musei o aree per concerti che mancano sempre, rinominare piazza San Giovanni e San Lorenzo e anche San Siro, dovremmo evitare di farci gli auguri il giorno del nostro onomastico…e anche abbattere tutto quello che è riconducibile alla chiesa e che condiziona le nostre fragili menti, al sabato poi potremmo fare delle riunioni in piazza che so con delle camicie tutte di un colore, magari rosse o nere, libretto alla mano, potremmo cantare le lodi dello stato laico 😛 fedeeeeeeeeeeee dài su è natale… 🙂

  6. Federica on

    Eh si, è vero! Quello che dico io è che tutti “usufruiamo” dei benefici (chiamiamoli così) delle feste religiose. Tutti facciamo festa il 1 novembre, l’8 dicembre, a Natale, a Santo Stefano, alla Befana. Tutti ci scambiamo i regali a Natale e facciamo i ponti non appena è possibile, e guai se qualcuno ci chiede di andare a lavorare in quei giorni (ci mancherebbe!!).
    Ma quello che mi chiedo io è: ne “usufruiamo” perchè siamo dei grandissimi credenti o semplicemente perchè le vacanze e i regali in realtà ci piacciono?
    Detto ciò, è Natale!!
    🙂

  7. Francesco on

    Non siamo dei gran credenti secondo me…però non diventiamo dei grandi miscredenti in nome di un rispetto mal intepretato, per primo ho detto che non sono un gran cattolico, anzi secondo paparazzinker penso di non esserlo affatto, però secondo me c’è una componente culturale del cattolicesimo che fa parte di noi…non possiamo negarla…ad esempio da noi la poligamia non è molto ben vista, ma magari in uno stato laico potrebbe essere un principio accettato, così come un rapporto pedofilo tra un filosofo e un suo allievo a fini educativi potrebbe essere una cosa tollerata in uno stato laico, ma non ai giorni nostri e con la nostra cultura cattolica…prima di dichiararci totalmente laici e immuni da qualunque influenza cattolica e prima di dichiarare ogni influenza cristiana come nefasta io ci penserei bene…tanto più che nel nostro paese rispettiamo tutti , quindi rispettiamo un po’ di più anche noi stessi…aridatece Gesù Bambino!! Buon Natale e….mi raccomando 🙂

  8. angie7 on

    Credo che le tradizioni siano un patrimonio importantissimo della nostra storia e della nostra cultura.Io non sono religiosa, ma spesso mi piace anche solo per un mero aspetto antropologico, partecipare a sacramenti, sagre e feste di paese.Mi piace capire il senso vero di certi festeggiamenti e l’importanza che hanno avuto.
    Oggi folle di ragazzi si riversano nella regione salentina a ballare la pizzica a Galatina e zone limitrofe..Un tempo quella danza aveva un valore assoluto in quelle regioni rurali, dove espiare il veleno del morso del ragno significava molto altro..Voleva dire esorcizzare la morte, dare un motivo di “avvelenamento” agli istinti sessuali..Ballare la pizzica equivaleva ad espiare il “male” il peccato e far rientrare il tutto in una dimensione religiosa con pellegrinaggi e danze.

    Ieri con mia madre però stavamo costatando di come sia vero ancheil contrario rispetto a ciò che hai scritto..Cioè quando la religione pretende di cambiare le tradizioni.

    La nostra cultura cattolica vuole che il 6 gennaio si festeggi l’epifania che inizialmente era una festa dedicata ai Re Magi.Successivamente è divenuta la festa della BEFANA.Perchè? eccovi il motivo.

    “Secondo il racconto popolare, i Re Magi, diretti a Betlemme per portare i doni a Gesù Bambino, non riuscendo a trovare la strada, chiesero informazioni ad una vecchia.
    Malgrado le loro insistenze, affinché li seguisse per far visita al piccolo, la donna non uscì di casa per accompagnarli. In seguito, pentitasi di non essere andata con loro, dopo aver preparato un cesto di dolci, uscì di casa e si mise a cercarli, senza riuscirci.
    Così si fermò ad ogni casa che trovava lungo il cammino, donando dolciumi ai bambini che incontrava, nella speranza che uno di essi fosse il piccolo Gesù.
    Da allora girerebbe per il mondo, facendo regali a tutti i bambini, per farsi perdonare. ” wikipedia

    Nella mia famiglia una cugina e il marito sono super cattolici, appartengono a uno di questi gruppi neocatecumenali (voluti da un certo Kiko) che prevedono un cammino di fede.
    In pratica si crea un gruppo di n. persone, con cui ci si incontra 2 o 3 volte alla settimana per pregare, leggere la Bibbia e il Vangelo, trovare analogie nei testi delle Sacre scritture con gli eventi contemporanei, confessarsi pubblicamente e molto altro..
    Per i neocatecumenali il 6 non si festeggia ‘a Vecchia, bensì i Re Magi.
    Quindi ai 4 figli gli è stato categoricamente vietato, nell’anno domini MMVI di dire che la Befana porta i doni..Sono i Re Magi che lo fanno,punto e basta!
    Tutto ciò crea non poco imbarazzo non solo a noi famigliari ma in primo luogo ai bambini, presi in giro fuori e dentro la scuola dai loro cotanei..Ora da qui potrebbero partire 1000 spunti di discussione..
    Dov’è il giusto? BOH!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: