Mezzo cinese mezzo giapponese…

Verdone in uno dei suoi mitici film, tra “la palude der caimano”, e “un zio maresciallo” raccontava l’episodio del mulinello e dello sventurato asiatico che era “ito giù…a piombooo!!” (o forse era “a picco”? non ricordo) il poveretto era di etnia incerta per il boro interpretato da Verdone in quanto cinesi e giapponesi ” so tutti uguali” …l’altra sera al ristorante giapponese un simpatico avventore vicino di tavolo, si è esibito in un grottesco siparietto, di cui purtroppo mi son perso il finale perché stavamo uscendo proprio in quel momento…

simpatico avventorerivolgendosi alla cameriera asiatica – “Senti scusa ma come se riconosce un cinese da un giapponese?”

cameriera asiatica–  visibilmente imbarazzata – “…”

simpatico avventorementre cala il gelo nella sala e al suo tavolo, con voce stentorea- “ No perché io non ho mai capito come si fa a riconoscere un giapponese da un cinese, siete tutti uguali per me, ma –con tono indagatore – ma c’è un metodo per distinguervi?”

cameriera asiatica–  con in mano una piastra rovente su cui sfrigolano dei pezzi di qualcosa – “…”

simpatico avventoreimperterrito – “Vabbe’ ma in fondo siete uguali dài, non c’è una vera differenza”

commensale del simpatico avventorecon tono saccente- ” Beh veramente cinesi e giapponesi non sono proprio contenti di essere confusi, sai si sono sterminati a vicenda per secoli”

cameriera asiatica–  con in mano una piastra rovente su cui sfrigolano dei pezzi di qualcosa – “…”

simpatico avventorerivolto di nuovo alla cameriera – “Sì vabbe’… ma so ‘ uguali dài , aho senti io non li riconosco, te per esempio che sei cinese o giapponese? Come lo capisco? C’è un Modo?

cameriera asiatica–  con in mano una piastra rovente su cui sfrigolano dei pezzi di qualcosa – “…”

In quel momento avendo indugiato già troppo nell’indossare la mia giacca e nell’ascoltare il re del tatto, ho lasciato il ristorante…spero che sotto il kimono la ragazza avesse a disposizione una katana e che l’abbia usata…

Annunci

8 comments so far

  1. santadeep on

    …e non potevi far finta che ti fossero cadute le chiavi per temporeggiare un altro po’ e sentire la risposta dell’asiatica??!?!? 🙂

  2. ninna_r on

    Io sarei andata dal simpatico avventore e gli avrei gentilmente detto “come si fa a distinguere un deficiente da un ignorante?”…

    Lo so…sono sempre troppo gentile… 😛

  3. angie7 on

    COMPLIMENTONI al tipo!!
    Lo sai che lo stesso accade tra eritrei e etiopi..
    Spesso vengono confusi quando anche tra loro non scorre buon sangue..
    Adesso lo sai Ing, e non cantar vittoria perchè ti supererò!
    Uah!Uah!Uah!

  4. Naera on

    Ommioddio, capisco che uno può porre la domanda, ma un pò di contegno maronna Santa! O_o Fossi stato la cameriera gli avrei stampato la piastra in faccia. Sai che bei tattoos tribali senza inchiostro gli sarebbero rimasti! ^_^

  5. Len on

    I tre puntini sono in realtà degli ideogrammi che significano una serie di imprecazioni contro la s-cultura occidentale.
    Scultura nel senso che c’è gente de marmo, proprio…

  6. gx on

    mi vien da pensare che la cino-giappo stesse cercando di calcolare la giusta traiettoria per tirare in faccia al simpatico avventore rompiballe la pentola col contenuto che sfrigolava…no!?
    cmq..io..qualche volta la stessa domanda me la sono posta.la mia teoria è
    cino= poca moneta
    giappo=moltissima moneta
    cino= vestiti cino
    giappo=vestiti ultrafirmati alla moda coatta
    cino uomo = capello scuro corto con riga a lato
    giappo uomo= look casual un pò svolazzante
    cino donna= capelli lunghi liscissimi nero petrolio
    giappo donna= capelli tinti o meglio legati con due codini stile saylor moon
    ne avrei altre—-ma mi fermo cmq
    cmq respect sempre
    gx

  7. Scheggia on

    noooo! dovevi sentire fino alla fine!!! cmq secondo me la cameriera asiatica ha poi inavvertitamente rovesciato lo sfrigolante manicaretto sulla faccia del simpatico avventore!!!!

  8. Federica on

    Sarà deformazione professionale, ma io so distinguere subito un cinese da un giapponese…e anche da un coreano…abbigliamento a parte, sono i tratti somatici che li differenziano.
    Comunque il tipo in questione era veramente un imbecille, e se fossi stata lì glielo avrei anche fatto capire!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: