Post

In italiano cos’è? un’ inserzione? un…un… un post…sì un post è un pensiero, una riflessione ‘postata’ su un blog…e continuiamo a straziare l’italiano…certe volte uno vuole scrivere, ma non sa cosa, come me oggi e allora si mette lì e lascia che le parole vengano fuori in libertà, ci sono post comici, post malinconici, post tristi, post politici, post di denuncia, ogni blog ha la sua linea, più o meno volontaria; c’è chi ogni volta dice solo cose intelligenti, o almeno, pensa di dirle, chi fa il comico a tutti i costi, chi è sempre e solo malinconico, chi fa tutte le cose insieme, chi rubacchia cose qua e la’, chi pubblica solo immagini, chi scrive cose senza senso, ognuno è alla ricerca del suo personaggio, interpreta il suo ruolo, ognuno alla ricerca del blog perfetto…e poi c’è il momento di crisi in cui ci si chiede a che serve tutto questo, in cui si teme l’alienazione dalla realtà, in cui si entra in conflitto col mondo virtuale e chi lo frequenta, è tutto normale, è tutto già visto, la varia umanità che popola il mondo del blog è la stessa che popola il mondo di fuori, non è meglio ne’ peggio, è solo più avvezza all’uso del mezzo tecnologico, forse è più convinta della prevalenza della parola sull’atto, di sicuro ha un’indole più speculativa e pensa che le parole abbiano un peso non trascurabile. E’ importante che un blog sia letto? un po’ sì e un po’ no….ogni blogger prova un briciolo di godimento nel leggere il numeretto del contatore che avanza, ma allo stesso tempo non gli interessa la quantità dei frequentatori, piuttosto vorrebbe che ogni suo post susciti, riflessione, scateni discussioni, stimoli il dibattito o colpisca l’attenzione di qualche passante e poi c’è la parte di scrittura per se’….l’azione terapeutica del mettere nero su bianco prescinde dal pubblico, è come cantare in macchina o sotto la doccia, è liberatorio è gratificante, se qualcuno legge tanto meglio, se nessuno legge è lo stesso…in questo periodo prevale dentro di me il silenzio, mi sembra che tutto sia già stato detto, mi pare che tutto sia già stato scritto, la realtà non mi fornisce spunti interessanti…il sacro fuoco della polemica sembra mi stia abbandonando…ma sarà vero?….eppure sento che è un silenzio benefico…

Annunci

9 comments so far

  1. nabladue on

    “il sacro fuoco della polemica sembra mi stia abbandonando” a me non sembra…
    scherzo ovviamente…
    cmq è una bella riflessione, non mi stupisco che il mondo virtuale sia uguale a quello reale, il programma è diverso ma i protagonisti siamo sempre noi…
    ciao

  2. Francesco on

    non mi hai conosciuto qualche tempo fa caro nabla…e comuqnue ho scritto ‘sembra’… 😉

  3. gx on

    ing a volte, solo a volte però…dici cose intelligenti…
    🙂
    gx

  4. gx on

    ing scusa…ho notato che sulla tua pagina quando mi avvicino con la freccetta ad un link..mi compare una finestrella che mi fa vedere quale è la pagina che teoricamente andrei ad aprire…se capì?
    come si fa a mettere questa options? posso anche io o è sola una funzionalità insita nel tuo wordpress?
    thanks
    merci bocù
    je suiis jerarde de pardiee
    oui
    tres joly’
    giugià

  5. Francesco on

    io me la sono ritrovata da un giorno all’altro, attivata ‘d’ufficio’ da wordpress, ma magari è un plug in che si può mettere ovunque….volevo cercare informazioni ma da quando lo hai scritto a me le finestrelle non compaiono più , probabilmente per colpa dello stupido software che qui in ufficio censura le cose e non mi ricordo come si chiamava il servizio…snap in forse? boh
    PS ho indagato e ti ho risposto via mail

  6. Alessia on

    POST io ho sempre creduto fosse dopo..dopo un’era,dopo qualcosa che hai già visto detto fatto.Dopo tanto aver camminato e pensato,dopo aver ascoltato la prognosi del veterinario per il tuo gatto,dopo aver realizzato cosa le accadrà.
    DOPO e solo dopo…..

  7. Scheggia on

    voglioo tornàà bambinaaa!! e rifare tutto seguendo solo il principio del piacere…per essere come voglio e non come devo!

  8. Francesco on

    x ale: che è successo al gatto?
    x sche: a volte penso la stessa cosa…

  9. Alessia on

    tumore
    bisogna operarla e sperare
    certo ha i suoi anni ma è pur sempre una di famiglia.

    Non capisco perchè le cose brutte non vengono mai una per conto suo.
    Mio zio che chiede soldi perchè c’ha i buffi,mia nonna che si sente male,la pupetta ricoverata,Xena con il tumore..
    é brutto sapere che in te o in qualcuno a te caro c’è qualcosa di cattivo,sono pesanti i minuti giorni mesi di attesa…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: