Incastrati

In certi periodi vorrei avere il corraggio di mollare tutto e andare a vivere in un altro mondo. Ci sono altri modi di vivere, ma questo consapevolezza a volte ci sfugge, ci sono posti in cui le priorità sono altre, ma questa cosa ci sembra un po’ aberrante e restiamo incastrati in questo mondo moderno e ‘occidentale’, piccoli pezzi di un meccanismo in cui non ci possiamo fermare…

Annunci

7 comments so far

  1. capitanmongozo on

    un meccanismo che, peraltro, va sempre più veloce…ma prima o poi si incepperà, come tutti i meccanismi

  2. fabrizio on

    …pessimismo e fastidio…
    credo però che quando il meccanismo si incepperà
    noi saremo i dadi,le viti, i bulloni, i cuscinetti…
    …da buttare
    c’è bisogno di olio lubrificante…che ne so…
    UN URLO DEL BOSS
    UNA LIRICA DI PATTY SMITH
    UNA RIFLESSIONE DI EDDIE VEDDER…
    …UNO SQUARCIO DI SOLE DOPO UN MERAVIGLIOSO TEMPORALE.
    bricco.

  3. angie7 on

    ma quale olio! c’è bisogno der dAnaro per vivere dove si vuole..

  4. Len on

    No, se vai a cuba.

    Len, a cui non dispiacerebbe di vivere di pesca, sotto una palma da cocco, con un solo costume nell’armadio.

  5. bistie on

    sto al lavoro, e non sto combinando nulla… leggo ciò che scrivete e lo ritengo interessante. Belle parole sostenute da principi marcati e validi, ma create nell’aria un odore, lo stesso sapore che capto da sempre. Problemi! Problemi inesistenti… non sto colpendo nessuno perchè non sono armato. Ritengo tutto ciò strano e relativo. Forse sono io che sto fuggendo, mentre voi affrontate il tutto. Ma pensate che star bene è l’eco di un qualcosa che non esiste

  6. Francesco on

    E’ vero Bistie problemi inesistenti, si può sempre lasciarsi portare dal flusso e non porseli i problemi… è una possibilità. Non credo che stare bene sia l’eco di qualcosa che non esiste, star bene è una sensazione che viene da dentro e non credo ci sia una ricetta universale per trovarla. Se però si sente il malessere è giusto dargli peso, è una questione di ‘onestà’ verso se stessi. E’ altrettanto vero che il confine tra malessere e ‘pippa mentale’ è molto sottile…

  7. bistie on

    Io penso che l’unico e vero problema della vita, sia la vita stessa, ed ogni contrasto è un fiume racchiuso da essa. Si può vivere senza problemi? ovviamente no! Ma ogni cosa che accade è già l’effetto di una causa, la prima causa, la nascita. Ci ritroviamo catapultati in un pianeta da dove non si può fuggire, e tutto ciò che è lo è solo dentro di noi. Percepiamo delle sensazioni che non hanno materia, circondati da milioni di misteri da cui non possiamo scappare. E’ tutto relativo e strano. Risolvere la vita significherebbe risolvere tutti gli altri problemi che quest’ultima si trascina…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: