Passaggi

Domenica si festeggerà Pasqua, il passaggio del Dio ebraico che colpisce l’ Egitto risparmiando gli ebrei ridotti in schiavitù, il passaggio del Dio cristiano dalla morte alla vita eterna. Non sono un fervente cattolico, non sono praticante, ma sono intriso, come tutti quelli che nascono in questo paese, di cultura cattolica. Una cultura che ci portiamo dietro ogni giorno in tutto quello che facciamo, diciamo e pensiamo, anche se a volte ci sembra di essere liberi da condizionamenti, in realtà poche volte ci  rendiamo conto che ci sono altri modi di vivere, altri modi di pensare, modi non cattolici appunto. Il sentimento di ‘colpa’ che permea la cultura cattolica ci condiziona nel giudicare gli altri e noi stessi, ci condiziona nelle scelte e nelle decisioni. Tuttavia ogni volta che torna questo periodo, mi torna alla mente il Vangelo, sapete tra i vari libri che ogni tanto mi piace rileggere c’è anche questo libercolo, un volumetto di poche pagine, che contiene i principi della dottrina cristiana. E ogni volta mi viene in mente che quello che leggo lì dentro spesso si discosta molto da quanto professato dall’autorità religiosa , mi rendo conto che quanto è scritto lì dentro è molto più umano e condivisibile. L’insegnamento di Gesù Cristo è molto più semplice…

Buona Pasqua a tutti 

“Chi di voi è senza peccato, scagli per primo la pietra.” Vangelo secondo Giovanni – 8, 7

Annunci

1 comment so far

  1. Sayan on

    Ciao!
    Mi trovo per caso a passare per il tuo blog e ho letto questo commento.
    Io sono un cattolico praticante di Azione Cattolica, quando dici che l’insegnamento di Cristo è più umano e condivisibile di quanto sembri hai ragione, però ti dico che a volte le azioni e le parole dell’autorità religiosa, ovvero la Chiesa, non sono così oppressive e condannanti come la televisione e i giornali di estrema sinistra vogliono far sembrare.
    In Italia siamo pieni di cultura cattolica, ma siamo ancora più pieni di cultura pagana e relativistica, e queste ultime due sono quelle che dominano in televisione.
    Ma parliamoci chiaro: dalla televisione io assisto solo a trasmissioni che direttamente o indirettamente, volontariamente o involontariamente gettano fango sulla Chiesa, ci sono reti e trasmissioni di spiccata faziosità, dal comunismo o “diessismo” (ideologia dei DS) di Rai3 e di Santoro, al berlusconismo patetico e idolatrico di Emilio Fede; ma non c’è un canale della Chiesa che possa dare la possibilità di spiegare meglio le posizioni della Chiesa (che comunque sbaglia e sono il primo a dirlo), c’è solo il quotidiano “l’Avvenire” che comunque non ha un vasto pubblico.
    Quindi tutto quello che sentiamo sulla Chiesa viene esagerato o strumentalizzato.
    Io penso che se credessimo veramente in Dio tutti e ci sforzassimo di vivere come Cristo crederemmo pure nella Chiesa che potrà sbagliare ma lo fa in buona fede e credendo di fare il bene.
    Tu citi la frase “chi è senza peccato scagli per primo la pietra”, ti cito anche “non giudicare per non essere giudicati” ma Gesù ha parlato anche di correzione fraterna, ovvero il famoso esempio della pagliuzza e della trave, in cui dice che comunque dopo aver tolto la trave dal nostro occhio ci vedremo bene per togliere la pagliuzza dall’occhio dell’altro.
    Ciao


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: