Cosa farò da grande

Qualche giorno fa avevo in mente questo post, poi mi è sfuggito, capita di pensare “dovrei scriverci qualcosa”, ma poi l’idea fugge via; oggi è tornata stimolata dai commnenti al post precedente…A metà anni ’80 noi bambini ci ponevamo il problema di cosa avremmo fatto da grandi, dove saremmo arrivati alla fatidica data del 2000… io nel 2000 avrò 25 anni, io nel 2000 avrò 27 anni…sarò un astronauta, sarò un avvocato, sarò un medico…ognuno aveva il suo sogno, il suo ideale, la sua speranza…io nel 2000 mi vedevo laureato, in una disciplina scientifica, pensavo che sarei stato un fisico, un matematico, un ingegnere, pensavo che avrei progettato “cose fiche”, astronavi, computer…poi vabbe’ non è andata proprio così…però a guardar bene, una laurea in ingegneria l’ho presa, faccio il progettista in un’azienda con un discreto fatturato…non sono alla NASA ne’ progetto astronavi, ma seppur con qualche anno di ritardo, non sono poi così diverso da come immaginavo…quello che non immaginavo a 10 anni è che non c’è un punto d’arrivo, quell’idea di stabilità che allora sembrava così chiara, non esiste, non si smette mai di voler cambiare, crescere, migliorare…e credo sia un bene non smettere mai.

Annunci

12 comments so far

  1. rullosigarette on

    …non si smette mai di voler cambiare, crescere, migliorare…..si è sicuramente un bene….ma è più difficile….devi mettere in conto più ‘cose’…più persone….tu non sei mai stanco?

  2. Francesco on

    sì a volte sì…a volte mi fermo e penso di essere stanco, ma poi mi accorgo che stando fermi si muore…e non voglio morire…non ancora 🙂 credo che la cosa più bella sia riuscire a comprendere nella crescita anche il mondo circostante, anche le cose, ma, soprattutto, le persone…

  3. rullosigarette on

    quelle che ti aiutano a crescere….

  4. Francesco on

    …e che crescono con te 😉

  5. rullosigarette on

    già…anche se avvolte mi chiedo se fosse stato meglio ‘non crescere’…ma è un pensiero fugace….

  6. Francesco on

    è un pensiero che colpisce molti, non crescere, restare bambini, essere inconsapevoli, il tema degli ultimi due post è anche questo…in fondo guardare al passato con nostalgia è possibile solo oggi, con la consapevolezza dei 30 anni…all’epoca invece si voleva crescere, si voleva diventare grandi…penso a come vivrei diversamente l’adolescenza oggi col cervello di un 32enne…ma è inevitabile crescere e andare avanti, per questo è giusto cercare di farlo più che si può, al meglio che si può, io credo sia giusto per noi, una forma di rispetto di noi stessi da cui non si può prescindere…

  7. rullosigarette on

    non mi riferivo a rimanere bambini….pensavo a quando sei in una situazione in cui come dire ecco sei addormentato….si…dormi…assopito….in cui tutto ti passa davanti e tu non te ne accorgi….poi all’improvviso ….ti succede qualcosa….è una sveglia assordante e non puoi fare ameno di svegliarti…e cerchi la sveglia con la mano…rimani lì disteso…..e non la trovi…così sei sveglio…..e a quel punto che inizi a crescere…
    pensavo proprio qualche giorno fa che avrei voluto avere 16 anni e sapere le ‘cose’ che so oggi….mannaggiallamiseria!
    si francesco, sono daccordo, io penso che non si può prescindere dalla responsabilità di crescere….anche se avvolte crescere vuol dire spaccarsi dentro….sai tutto quello che di poetico e fantastico che ci siamo costruiti da quando siamo soltanto feto nel liquido amniotico….senza che nessuno se ne accorga….

  8. Francesco on

    un brusco risveglio..credo di capire cosa intendi…

  9. azalea cirincione on

    L’importante è non credere mai che qualcosa possa stare fermo
    Buon week end

  10. Zia Petunia on

    Da piccola volevo fare la Charlie’s Angel.
    Ora faccio l’insegnante di canto, la cantante, l’attrice…
    Non so se la mia vita sia migliore o peggiore di quella che sognavo. Certo però che guardarla con gli occhi di una bambina la faceva sembrare molto più eccitante!
    Mi spiace aver perso un po’ quella capacità di stupirsi che solo i bambini hanno…

  11. Francesco on

    Vero azalea, tutto scorre,niente è uguale a se stesso in ogni istante, come insegnava Eraclìto….eheheh zia petunia… chi volevi essere delle 3? Tempo fa scrissi sulla necessità di non lasciarsi inaridire, di mantenere quell’entusiasmo che solo i bambini hanno, ma è un esercizio durissimo….

  12. jessie on

    Per esempio io cambio idea ogni giorno grazie a questa overdose di banalità qual è il nostro mondo… Se poi vado in America ho paura di finire come ostaggio in seguito a qualche attacco terroristico… Cmq FISICA – NUCLEARE sketch me!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: