Informazione

erano in 4 sono scesi da una macchina armati di spranghe… bastoni… coltelli… mazze ferrate…tirapugni… una trave… una sedia… catene…un banco…la macchina degli estremisti…la macchina piena di estremisti…la macchina piena zeppa di estremisti…il modello di macchina tipicamente ricnoscibile come macchina degli estremisti…erano 4 che agrediscono 20…no 20 che aggrediscono 4…no erano i fascisti che hanno aggredito i comunisti…no i comunisti contro i fascisti…no attaccavano manifesti…no li staccavano…no andavano dal preside…no una rissa….una zuffa…un’aggressione….so partiti da casa in macchina per andare a de lollis a picchiare i comunisti…no del collettivo…no di forza nuova…la foto…no il filmato…no i testimoni…diversi feriti…un sacco di antifascisti…4 antifascisti…no 20 antifascisti…no due  antifascisti che erano lì che “attacchinavano” (testuale)…evitando i commenti su gente che picchia altra gente ( in maniera premeditata o preterintenzionale non credo faccia differenza) perché mi pare sperfluo sottolineare che sia barbaro difendere le proprie idee con la violenza, nonché idiota, mi soffermerei piuttosto sull’informazione che esiste in questo paese, se non le avessi lette sui giornali e sui siti di informazione istituzionali tutte quelle cose lì penserei di essere al bar del mio paese…ma fabio chi?!

Annunci

2 comments so far

  1. lagia on

    hai ragione.
    la cosa più grave è che questo giornalismo dilettantesco e poco professonale condiziona anche il modo del pubblico di cercare e percepire l’informazione.
    Faccio autocritica.
    Giudico il mio atteggiamento nei confronti della notizia: mi accorgo che devo fare uno sforzo sempre maggiore per non “accontentarmi”.
    Do sempre meno importanza a tutto quello che mi arirva dall’esterno. Il primo impulso è spegnere la tv/chiudere il giornale/spengere il pc, lo sforzo per cercare notizie piu professionali lo faccio sempre di meno e in modo sempre meno proficuo.
    Gia. Credo di stare perdendo la facoltà di ricostruire una notizia in modo serio e onesto. Forse diventa più difficle perche è il livello che peggiora. O forse sono io che imparo di giorno in giorno ad accontentarmi.
    Ma se risulta difficile a me che come formazione sarei (anche) una giornalista…

  2. Paolo on

    condivido Francè.
    Non so, una sorta di “villaggio” (nel senso di paese, come noi lo conosciamo…) globale.
    Mi stupisce (ma credo per poco tempo ancora) l’approccio della maggior parte di coloro che fanno informazione, ossia scrivere e scrivere per non dire, scrivere e scrivere per distrarre.
    ciao


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: