I misteri di Voyager

Ieri sera mi sono imbattuto in Voyager questa fantastica trasmissione che porta avanti in ogni puntata la sua teoria su Atlandide e Ufo robot. Per l’ineffabile conduttore ogni cosa che esiste sotto al sole è un mistero, un sasso, un albero, un uccello sono tutti misteri che lasciano supporre l’esistenza di Atlandide. Ovvio no? perché qui c’è un sasso? e via con teorie astruse su allineamenti astrali e fantastiche astronavi, teorie che mio nipote di 6 anni elaborerebbe in maniera molto più verosimile e circostanziata. Il tutto viene condito di condizionali, di sembra e di si dice, hai visto mai che qualcuno obiettasse che non è vero niente. Insomma ieri spunta fuori sta colonna di 7 metri di ferro che non arrugginisce, e giù teorie sul fatto che è un caricabatterie per astronavi, uno stuzzicadenti di Zeus, la meridiana dei puffi, Atlantide…E’ tutto vero signori, la colonna è di ferro ma non arrugginisce quindi è opera degli alieni e poi come facevano questi buzzurri a fondere il ferro nel 400 dopo Cristo? beh considerando che le piramidi le hanno fatte 3 mila anni prima di Cristo… questi potevano ben fondere il ferro mentre in Italia cominciava quasi il medioevo…dice ma come facevano a sapere che se ci metti il fosforo nel ferro non arrugginisce che noi lo abbiamo brevettato solo nel 1933 sto fatto? Devono essere arrivati gli alieni di Atlantide!! Ma se fosse stata solo una botta di culo?! come mai non c’è il colonnato di San Pietro di colonne di ferro che non arrugginiscono ma solo una misera fottutissima colonna??! No no, ribadiscono i paladini di Atlantide ,la colonna era una bobina di Tesla per caricare le astronavi, me l’ha detto questo vecchio ubriaco che ho incontrato per strada in India, che glielo ha raccontato suo nonno che faceva il meccanico delle astronavi aliene….ora non vi annoierò con un trattato sulle bobine di Tesla, vi dirò solo che un unico pezzo di ferro, se pur condito al fosforo, non sarà mai una bobina di Tesla…per favore non fate vedere Voyager ai vostri bambini, ne va della vita di questo pianeta…

Annunci

21 comments so far

  1. Paolo on

    Mi ricorda una mia vecchia conoscenza che dimostrava verità non opinabili con la solita affermazione “..l’ho letto su Focus”, anche quando palesemente era una stronzata. Comunque penso che Voyager stia nella top five, quasi peggio della “vera vita vissuta e rivelata” nei vari reality show.
    Un saluto

  2. rossana on

    a me Voyager piace, trovo stimolante la costruzione di teorie misteriose su ogni cosa. Insomma, magari è più semplice la verità (ammesso che sia sempre scientificamente dimostrabile, e non mi pare sia così), ma non sono infondo le supposizioni fantasiose la base di ogni scoperta scientifica? Se smetti di lavorare sulle teorie, se dai per buona la prima risposta, finisce il gusto della scoperta. No?

  3. Francesco on

    Vedi Rossana la scienza è fatta di ipotesi e teorie fantasiose, questo è vero, ma la differenza tra la scienza e le fregnacce, e non è una differenza trascurabile, è che la scienza per definirsi tale deve dimostrare quelle ipotesi e quelle teorie. Il metodo scientifico si basa proprio sulla dimostrazione inconfutabile di ciò che si dice. Altra differenza che spesso non viene capita da chi non ha una frequentazione quotidiana con la scienza è che la scienza non cerca la “Verità”, la scienza non è una religione, non si basa sulla fede, non vuole svelare misteri, la scienza costruisce modelli di questo universo e cerca di capirne i meccanismi. L’aspetto discutibile di programmi come Voyager è proprio quello di trasmettere un’idea di scienza errata e banale, di ridurre a chiacchiere da bar qualsiasi cosa. Inoltre le illazioni proposte sono riconducibili a tre o quattro filoni ricorrenti, gli alieni, Atlantide, i Templari…insomma se dobbiamo tirar fuori astruse teorie almeno usiamo un po’ di fantasia in più non credi?

  4. rossana on

    sì, concordo…Il menù del programma è spesso stantìo e però, per quel che ho visto, non mi pare abbia la presunzione di voler dare risposte che non avrebbe modo di dare per certe. E’ solo un gioco suggestivo, un cercare collegamenti fra le cose e un chiedersi se per caso potrebbe essere che…Insomma, sarà che lo prendo per ciò che è (appunto “non scientifico”) e mi diverte il percorrere con l’immaginazione possibili scenari, non mi curo più di tanto del se sia corretto o strampalato il programma o lo siano le ipotesi suggerite…C’è così poco da vedere che, nel nulla proposto dalla tv, mi rilassa guardare piramidi, cerchi nel grano, cattedrali gotiche in cui forse, chissà…Insomma, non prendo sul serio un programma tv, è pur sempre tv, ti pare?

  5. Francesco on

    Giusto è pur sempre TV. Quando critico un certo modo di fare TV in effetti non penso a te o a me, adulti un po’ smaliziati e muniti di senso critico, ma a chi non ha ancora sviluppato questo senso critico e che magari fa un po’ troppo affidamento su ciò che vede o sente in TV. Oltre al fatto che penso esista una deontologia del giornalista che sempre più spesso viene disattesa e vilipesa…

  6. lagia on

    rossanna, scusa se mi intrometto, non sono per nulla d’accordo con te per i seguenti motivi:
    1 voyager si presenta come un programma di divulgazione scientifica, non come un gioco suggestivo. Si autodefinisce cosi. Ed è per questo che va giudicato. NON è un programma divertente ma il programma presentato dalla RAI come la trasmissione di divulgazione scientifica di punta. E questo è aberrante.
    2 la tv non è “solo” tv, ma è TV con le maiuscole. Cioè il mezzo di comunicazione di massa per eccellenza. E voyager è pagato da una Tv di stato. non è una responsabilità da poco.
    3 Voyager è inaccettabile non tanto per i temi trattati ma per il modo di trattarli. Se per 2 ore costruisco una trasmissione su dei ragionamenti del tipo “Socrate fischia, tutti treni fischiano, per cui Socrate è un treno” e attribuisco a questi ragionamenti una logica che essi NON hanno, sto insegnando al pubblico una NON-logica che ritengo pericolosa e aberrante. Questo anche se non convinco nessuno che Socrate sia un treno.
    4 trovo Voyager proprio brutto, noioso e ridicolo. ma questa è una mia opinione.

  7. Andrew on

    mavaffanculo a tutti va…..se voyager è noioso…..vedetevi il grande fratello…..uomini e donne…..coglioni! non vi va mai bene un cazzo….Giudicate un programma culturale quando dopo QUARK forse è l’unico che dà a noi e ai nostri figli un po di conoscenza….visto che noi siamo impegnati a guardare C.S.I…..quelle sono cazzate vere!
    Siate obiettivi…..Voyager è molto scorrevole innanzitutto perchè tratta in una sola puntata molti argomenti e NON uno solo per 2 ore! e sono scoperte scientifiche, NON affermazioni…..visto che nessuno è stato li per vedere……sono supposizioni e dubbi che vengono fuori da scoperte scientifiche! NON DA MARIA DE FILIPPI!

  8. Francesco on

    Premessa: avrei dovuto censurare l’intervento di Andrew per la sua estrema maleducazione (evidentemente a seguire voyager si diventa dei decerebrati villani) tuttavia proprio per dimostrare quanti dànni possa fare un programma del genere ho preferito approvare il commento.Veniamo ora a noi caro Andrew.
    Spero che i tuoi figli siano più fortunati di te e che tu li possa mandare anche a scuola oltre a sperare che ricevano un qualche tipo di conoscenza da Voyager. Il formato di voyager potrà anche essere scorrevole e non noioso (de gustibus) e su questo nessuno ha da ridire poiché trattasi di giudizio soggettivo; il problema di Voyager sono i contenuti e il modo di somministrarli. Dire che un palo di ferro è una bobina di Tesla che ricaricava le batterie delle astronavi non è una scoperta scientifica è una cazzata bella e buona ok? Le scoperte scientifiche come le chiami tu sono frutto di impegno, di lavoro continuo e accurato su ipotesi e verifica delle ipotesi, non sono dubbi e supposizioni.Se dopo una trasmissione tu scambi le supposizioni e i dubbi per scoperte scientifiche e per conoscenza, mi confermi che Voyager produce dei danni incalcolabili.

  9. lagia on

    ma no, fra, perche censurarlo…anzi, facciamo i gentili e salutiamolo come si usa nel suo universo…
    vaff anche a te simpatico, intelligente amante di voyager.

    Ah a proposito, ho mai detto che preferisco Maria de Filippi a voyager? ho mai detto che quark e yoyager sono uguali?
    Altre parole non le spreco.

  10. lagia on

    ah si, dmenticavo…caro andrew..saluta il tuo bimbo. ha tutta la mia simpatia.

  11. Paolo on

    Però, Voyager scalda gli animi, determina una linea di demarcazione netta tra il ritenerlo un programma di divulgazione scientifica e poco più di un programma di intrattenimento. Se fosse di divulgazione scientifica dovrebbe trattare tematiche che nel metodo scientifico trovano il loro “naturale” ambito, ossia delle tematiche basate su teorie rigorose e su una fase sperimentale altrettanto rigorosa. A me non sembra sia così. Mi permetto di sottolineare che tra scienza e fantascienza c’è un salto non colmabile.

  12. ossimorosa on

    Volevo commentare ma il commento di andrew mi ha lasciata così basita che proprio non ce la faccio.
    Voyager si presenta da solo, mi basta ricordare quella volta che mi sono soffermata durante una sessione di zapping a chiedermi come si fa a trattare un arrgomento come “l’alchimia in harry potter”
    Non sto scherzando.

  13. Francesco on

    L’alchimia in Harry Potter…muoio di curiosità…non potresti farci un piccolo riassuntino almeno? Così, per vagliarne la scientificità…

  14. rossana on

    Urca! Mi spiace tornare solo ora: adoro quando gli animi si scaldano, sono quei momenti sempre più rari in cui dai blog trasuda un barlume di vita vera. Insomma, cara/caro Lagia, che ti devo dire? Forse sono meno attenta di te ai programmi di “Divulgazione Scientifica”; a come la Rai spende i soldi dei contribuenti; al fatto che la tv sia “il mezzo di comunicazione di massa per eccellenza”; alle teorie su Socrate e i treni. Pensi di potermi perdonare se di tv ne vedo pochissima? Se cerco di non prendere troppo sul serio quasi niente partendo dall’idea che la vita è un’altra cosa? Insomma, non che tu non abbia qualche ragione, magari, forse, però…non trovi uno spreco tanta passione civile (ammirevole) per una trasmissioncina che tutti snobbano? Magari, se cerco qualche informazione attendibile, per quanto mai lo sia al 100%, c’è qui in rete ampia possibilità di consultare siti prestigiosi dove ogni fregnaccia detta in tv può essere verificata e smentita. Vedi, credo che non sia molto importante chiedere certezze scientifche in tv. Magari, in quanto “mezzo di informazione di massa”, mi basterbbe poter avere da questa informazioni base minime, sui fatti che più direttamente coinvolgono ogni cittadino. Cosa che fatico a vedere o sentire. Che importanza vuoi che abbia se Voyager dice qualche castroneria quando abbiamo trasmissioni seguitissime dove ogni politico o giornalista mente sapendo di mentire, senza che non si senta una sola voce che si alzi a pretendere maggior rispetto per il continuamente calpestato diritto all’informazione e per le istituzioni che un politico rappresenta. Insomma, se perdoni Vespa che ospita due ore di bugie di stato senza contradditorio, puoi ben perdonare le fantasie deliziose dei cerchi nel grano di Voyager, no?Se mi inviti a massacrare Vespa giuro che do il meglio di me, promesso.

  15. lagia on

    rossana, io lo trovo grave e il perchè è semplice. La mente dei bambini, volente o nolente, si forma con la tv. Dovrebbe bastare questo a convincere che investe i soldi del contribuente a non farlo in una trasmisisone che non solo, dice cose non vere, ma che lo fa spacciando per ragionamento sicentifico un ragionamento che non ha nulla di sicnetifico. Questo è il grave, ribadisco.
    Comunque, è vero che c’è di peggio: politici che non fanno il loro lavoro, giornalisti ecc ecc. Ancheio trovo che Vespa sia ben più grave.
    Ma in realtà c’è sempre qualcosa di peggio di quello che ti indigna. Non è un buon motivo per non indignarsi. Finiresti per non indignarti più di nulla. Almeno secondo me.

  16. rossana on

    Lagia. Di qua o di là? Ti anticipo due punti di questo tuo ultimo commento: 1)”La mente dei bambini, volente o nolente, si forma con la tv.” – Ma i genitori dei bambini, dove stanno? Cioè: da una parte guardano e fanno guardare ai bambini Voyager – e visti alcuni servizi inquietanti anche per un adulto, direi che sulla formazione mentale di quei bambini hanno qualche responsabilità in più, rispetto a Voyager -; dall’altra se la prendono con Voyager perché diseducativo o perché propina ai loro figli informazioni “non scientifiche? Direi che si tratta di genitori parecchio confusi;2) “Non è un buon motivo per non indignarsi. Finiresti per non indignarti più di nulla.” – Ecco, diciamo che mi pare uno spreco l’indignarsi per la mancanza di scientificità di Voyager. Primo, perché sostengo che mai Voyager ha sostenuto o voluto far passare l’idea di essere una trasmissione “scientifica”. Secondo, perché indignarsi per i contenuti di una trasmissione qualsiasi, in tv, mi pare uno spreco di energie. La tv è sempre e solo show, qualsiasi cosa tu stia vedendo è show. Comprese, eventualmente, le trasmissioni “scientifiche”. Che, nel caso, vengono di norma ridotte ai minimi termini per poter essere date in pasto a un pubblico che si sa essere molto eterogeneo. In tv si fa tv, cioè spettacolo, cioè audience, cioè ti costruisco un programma su un argomento e su quell’argomento ti fornisco una serie di spunti, più o meno adatti a essere capiti da tutti. Lo scopo non è fare informazione (o scienza), ma vendere spazi pubblicitari a un determinato target di aziende.

  17. Francesco on

    Rossana però a questo punto trovo contraddittoria la tua posizione: se lo scopo della TV non è fare informazione, ma è “dare in pasto, fornire spunti e vendere prodotti”,e se la TV è “sempre e solo show” perché non dovremmo indignarci per Voyager ma dovremmo indignarci per Vespa? Anche Vespa è solo TV, le bugie di stato sono solo TV e niente ha più importanza, ridiamoci sopra e cerchiamo su wikipedia. Paolo dice giustamente che la linea di demarcazione tra scienza e fantascienza è netta, ma Paolo, Lagia ed io abbiamo strumenti che ci permettono di capirlo bene dove sta la linea, il pubblico no. E allora lasciare intendere, non chiarire l’equivoco, parlare in ‘scientifichese’, è disonesto, la stessa disonestà di certo giornalismo sensazionalista. Non ha senso spostare sempre un po’ più in là la discussione:Vespa, i genitori, la società, gli alieni, atlantide; è questo il modo di argomentare discutibile che non porta da nessuna parte e che programmi come Voyager veicolano nel pubblico.Allo stesso modo trovo discutibile e poco corretto il tono accondiscendente che suona lievemente denigratorio che spesso si usa in certi commenti. Le frasi tipo “scusa se io vedo poca TV …per me la vita è altro” mi sembrano dei (pre)giudizi negativi su interlocutori che non si conoscono , una versione meno volgare di Andrew per capirci, ma ugualmente offensiva.

  18. rossana on

    Francesco: 1) la tv è sempre e solo show e quindi Vespa…Intendo che, pur essendo sempre e solo show, le bugie dette dai politici da Vespa hanno una più diretta influenza sulla vita di ogni spettatore, rispetto a ciò che può dire o fare Voyager; 2) “Non ha senso spostare sempre un po’ più in là la discussione:Vespa, i genitori, la società, gli alieni…” Infatti. Non intendo spostarla, la discussione, ma riportarla a esattamente alla sua premessa, cioè discutere di Voyager. Per farlo, e volendo sottolineare la mia incomprensione dell’indignazione per i contenuti di questa, ho citato a comparazione i contenuti di altre trasmissioni. Se mi si dice:” la Tv è pubblica, vive con i soldi dei contribuenti, e quindi ha il dovere di dare solo informazioni certe e corrette (questo il senso del commento di Lagia), cito a esempio di come non avvenga mai, Vespa. Cioè un’altra trasmissione che vive con i soldi dei contribuenti e offre contenuti difficili da indicare come corretti o veri, ect ect. 3) il tono accondiscendente e “scusa se vedo poca tv e la vita è un’altra cosa”. Intendo quanto credo di aver più sotto chiarito: la tv è un contenitore di molte cose che personalmente vedo pochissimo. E questo forse fa di me un’interlocutrice meno appassionata rispetto alle attese di trovare nella tv, per quanto pubblica e pagata con i soldi dei contribuenti, delle verità scientifiche. Il tutto riferito poi a Voyager, che invece mi è capitato di vedere qualche volta .Non vedendo tutte le puntate, quindi, potrei essermi persa la puntata dove Giacobbo affermava di voler fare divulgazione scientifica. Questo intendo. Sui giudizi negativi su persone che non si conoscono:se questo è sembrato, me ne scuso. Semmai, il mio è un giudizio sull’opinione, non sulla persona. Se trovo scritto “1 voyager si presenta come un programma di divulgazione scientifica, non come un gioco suggestivo. Si autodefinisce cosi…”, sono percorsa dal dubbio di un’interpretazione personale degli obiettivi della trasmissione. Diversamente, se mi citi una puntata, un preambolo, una qualsiasi parte dove Giacobbo affermi che sta facendo o intende fare “divulgazione scientifica”, mi ritiro in silenzio e chiedo scusa. Ma, dopo l’inizio di questo confronto, ho cercato io stessa di approfondire meglio, di capire chi sia davvero Giacobbo, cosa dice, cosa abbia fatto o detto nei suoi molti anni di tv. A me, ad oggi, non risulta si sia ma “autodefinito così”. Se leggo frasi come “attribuisco a questi ragionamenti una logica che essi NON hanno, sto insegnando al pubblico una NON-logica che ritengo pericolosa e aberrante. ..” riferite a una trasmissione tv, a meno che non si tratti di un pubblico proclama del capo dello Stato a reti unificate, faccio un salto sulla sedia. Sempre per via del fatto che la tv fa programmi di intrattenimento, anche quando fa programmi di informazione o divulgazione. Cioè riempie spazi disponibili con contenuti studiati per essere dati “alla massa per eccellenza”. Ciò su cui si sta dibattendo, se ho capito bene, se non ho travisato il senso del tuo post, è se ciò che fa la trasmissione di Giacobbo sia “informazione” o “divulgazione” scientifica (quindi inqualificabile in quanto in realtà offre ipotesi molto lontane dal potersi definire scientifiche, e a me par di aver capito che questa è la tesi sostenuta; o se non ci sia un’errata percezione degli obiettivi che la trasmissione si pone, cioè quelli di proporre ipotesi e analizzare alcuni fatti senza portare appunto ad alcuna conclusione, tesi che sostengo io. Per questo, la mia opinione è non opposta a ciò che sostieni, ma laterale. Che Voyager non sia divulgazione scientifica è per me sempre stato assolutamente chiaro. Assaltare le intenzioni o attribuire a Giacobbo intenzioni che non mi pare abbia mai espresso (se sì, attendo smentita certa), mi pare più un puntualizzare quello che interpreto come un “tradimento delle aspettative” dei telespettatori. O di alcuni telespettatori. O di molti telespettatori. Ma sempre di aspettative non basate sui fatti, a mio opinione, si tratta. Spiace che in questa mia diversa opinione si ravvisi offesa. Me ne scuso, se così è stata percepita. Ero davvero convinta che “offesa” dovesse considerarsi altro. Magari attribuire a terzi, Giacobbo (che, lo chiarisco ad evitare rogne) non mi è parente né conoscente né ho mai incontrato), cose tipo “dice cose non vere, ma che lo fa spacciando per ragionamento sicentifico un ragionamento che non ha nulla di sicnetifico. Questo è il grave, ribadisco.” Ditemi dove ha spacciato e torno nuovamente a scusarmi. Le puntate sono tutte disponibili sul sito, doe è possibile verificare il Cv di Giacobbo, o accedere al blog per interrogarlo sui suoi misfatti.

  19. Francesco on

    Non mi piace la dialettica fine a se stessa. “programma dedicato all’approfondimento storico-archeologico che si prefigge di trovare la verità nella leggenda e il fantastico nella storia.” Questa è la missione di Voyager scritta sul sito web ufficiale. Approfondimento e Verità. A me pare che Voyager cerchi solo il fantastico (nel senso di inventato) nella storia.E lo fa in modo disonesto simulando ‘scientificità’. Ora mi scuserai ma io non ho molto tempo da perdere a scrivere sul blog mi pare che per non prendere troppo sul serio niente dedichi fin troppo tempo a questa conversazione.

    PS quest’ultima frase è una provocazione per far capire meglio cosa intendo per tono denigratorio

  20. lagia on

    mah. Ovviamente, se la trasmissione si autodefinisse “trasmissione di intrattenimento” non avrei nulla contro. O almeno non più di altre. Gli oroscopi non mi indignano se non portano il titolo “Prevsioni SCIENTIFICHE del futuro” .

    Tuttavia ho visto diverse volte in tv Giacobbo lodare (e ho letto diverse sue interviste) la scientificità e il metodo della trasmissione.
    Sono praticamente sicura che la trasmissione sia stata definita davanti a me come trasmissione di informazione e/o divulgazione scientifica (la differenza sottile tra le due definizioni mi pare inutile in questa discussione). Una trasmissione, ti ricordo, costruita sui “si dice che…” .Non ci vuole una laurea scientifica per capire che il METODO deduttivo usato non funziona proprio e anzi, è disonesto.

    Ovviamente, le prove (intese come links e filmati) non le ho pronte e dovrei cercarle. Magari lo farò, col tempo, non so.
    Magari se qualcuno dei lettori le ha e le tira fuori, facciamo prima. A me di rivedermi i filmati non mi va molto.

    Per quanto riguarda il discorso della gravità del problema, diciamo che è una cosa personale. In fondo in questa società per me sono gravi moltissime cose che agli altri sembrano normali. Per cui, chiamiamola pure “interessante differenza di vedute”.
    Comunque, mi viene in mente una storia che mi raccontava mia madre: quella della rana che faceva il bagno in una pentola d’acqua. La pentola era scaldata su un fuoco basso, basso, ma così basso che la rana finì cotta senza accorgersene (e magari Voyager potrebbe farci una puntata. ma sugli egizi e coi templari).

  21. lagia on

    …e comunue mi piacerebbe sapere cosa ne pensa Andrew di tutto ciò… 🙂


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: